CONDIVIDI

Pressbeat, presenta in Anteprima Mondiale  » Bloodbath «  il nuovo progetto di INVOLUNTARY MOVEMENT


Release a cura di
Max Rania

Non ci vuole molto per capire quanto INVOLUNTARY MOVEMENT sia un’etichetta,
pur se giovane”,  con delle caratteristiche che la porteranno ad essere sicuramente riconosciuta dagli addetti ai lavori e non solo.
Dal momento che noi di Fabric la segnaliamo, omaggiamo i nostri lettori,
proponendovi questa nuova release, di una indubbia qualità (ottima dinamicità e masterizzazione), nel nuovo progetto INMO003, in un contesto che genera…
…un nuovo suono.
Note minimal, Jazz..dub, una fusione nei ritmi che ben si sposano con le sonorità di Amsterdam.
…città Natale dell’etichetta
Bloodbath, la release 003, è un melting pot di tutto questo, dal suono electro jazzistico di “Bloodbath” original mix , dove ci si aspetta l’entrare di un sax da un momento all’altro a “Naked lunch” RMX di Atoll Tibro, dove la minimal si sposa ad un suono più elettronico mantenendo però una costruzione jazzistica della traccia (Naked lunch original mix, insegna: Jazz piano modulare e piatti, i break down sono davvero d’atmosfera).
Interessante anche “was Billy Jean” dove il suono minimal di INMO ritorna su dei passi più deep house con una costruzione che la rende traccia “particolare” nel suo genere
(con un mixaggio davvero originale e probabilmente complesso), ed un ritmo che benché 4/4..tradisce, ricordando vagamente le melodie di Max Cooper.

Senza dubbio questa release di INMO non è da perdere se si vuole suonare qualcosa di unico nel suo genere ed avere delle tracce che a mio personale parere possono essere anche ottimamente mixate con la deep house più attuale, vedrete…

l’effetto sul dance floor sarà stupefacente!!!…


Ringraziando lo staff di INVOLUNTARY MOVEMENT per la release concessa, invito tutti gli amici di PressbeatFabric Live, a visitare la pagina ufficiale facebook di INVOLONTARY MOVEMENT e per chi fosse interessato all’acquisto dell’album…
ACQUISTA ORA!


CONDIVIDI
Articolo precedenteINTERVIEW: PRESSBEAT INTERVISTA PER FABRIC LIVE, CHRISTIAN DI STEFANO, IL BOSS DI INMO… “INVOLUNTARY MOVEMENT”
Articolo successivoASCOLTA I NUOVI JINGLE DI NATALE REALIZZATI DA FRANCESCO BORBONE PER FABRIC LIVE
MAX RANIA
Max nasce a Verona nel Luglio del 1971 e già da bambino manifesta una certa propensione nei confronti della musica che esordisce con una breve esperienza sul pianoforte per alcuni anni. L’adolescenza lo porta poi a frequentare i locali, Riccione, Jesolo, ma in particolare L’Alter Ego di Verona la sua città natale. Proprio all’Alter Ego ha “l’illuminazione” ascoltando quelli che saranno poi i dj che lo faranno letteralmente innamorare del suono “elettronico”: Marco Dionigi, Piero Fidelfatti ed Andrea Gemolotto. Negli anni successivi Max porta avanti un percorso che lo porta a maturare due importanti progetti tra gli anni 90 ed il secondo millennio, Pulseadelic e Feel3 Djs ma è il 2009 che concretizza il proprio percorso di dj e produttore con la nascita della sua Label “TUXEDO DIGITAL”. Con Tuxedo Digital nascono nuovi progetti e tante collaborazioni ed arrivano i riconoscimenti sia da djs emergenti che da djs internazionali nonché l’attenzione dalla “scena” di Ibiza. Oggi questa nuova collaborazione con Fabric Live dove Max a 45 anni suonati vuole trasferire a chi leggerà i suoi articoli la grande passione per la musica “Elettronica” ed ogni sua sfumatura.